italia

Agenda

Mi rendo conto che metà della mia vita l’ho passata a cercare di non morire democristiano, l’altra metà a cercare di non morire Berlusconiano. Ma vi pare che è vita questa?

Alessandro Baricco

L’applauditissimo intervento di Baricco alla Leopolda qualche giorno fa conteneva questo passaggio secondo me fondamentale. Tra i tanti difetti che mi sento di imputare a quell’oggetto poco definito che è la sinistra italiana c’è senza dubbio l’incapacità di dettare un’agenda, e piuttosto andare sempre a ruota di qualcosa o qualcuno.

Al mio sguardo disattento, questo deriva sostanzialmente dalla necessità di distinguersi sempre e comunque, anche e soprattutto tra chi si presume stia dalla stessa parte. Cercare a tutti i costi motivi di divisione e non di unione. “Io la mia firma non la metto su un documento che ha firmato anche Tizio” ho sentito in varie versioni e diverse occasioni. A prescindere da quello che diceva il documento. Anzi, prima ancora di leggerlo. E così facendo ci si dimentica del merito delle questioni, ci si divide, indebolisce. Così la nobile causa per la quale ci si batte ha ancora meno probabilità di essere discussa e via così, in un bel circolo vizioso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...